Home News MUSICA // A tu per tu con SPERO BONGIOLATTI. Oltre la discografia...

MUSICA // A tu per tu con SPERO BONGIOLATTI. Oltre la discografia anche la TV, il Musical, il Cabaret, l’Operetta, l’Opera e tanto altro.

ADV

 

di Alessandra Ferrari

Ciao, parlaci del nuovo singolo “Senza di lei”. 

“Senza di lei” è un brano viscerale che ho cercato di rendere più moderno possibile, grazie anche al prezioso aiuto di Franco Poggiali (Arrangiatore) e Luca Liviero (Tecnico del Suono) miei grandi partner musicali in studio. E’ un brano si può dire di traduzione “Pop / Melodico Italiano” dove ci vuole la voce, ma ci vuole anche molto cuore. Almeno io ho cercato di metterci tutto me stesso! L’interpretazione non è stata facile perché il Compositore ha scritto molto bene nella zona impervia del Tenore. Le parti più passionali sono scritte nel passaggio di registro acuto, dove per controllare i suoni bisogna davvero stare attenti e siccome a volte ci sono parti verso il dramma, il sentimento, uno tende a lasciarsi andare troppo all’emozione. Ma alla fine io credo che sia uscita una incisione passionale e per certi aspetti anche molto dolce. I contrasti che io amo in musica.

ADV

Sei molto spesso all’estero, quando incidi un brano, lo fai già pensando al pubblico straniero?

No, diciamo che io incido quello che mi piace e sento, altrimenti lascio stare. Molti brani li ho provati e non li ho cantati. Sono una persona sensibile e mi piace sentire in profondità ciò che dico mentre canto! Per questo scelgo sempre parole che portano all’emozione e di conseguenza la musica. Per me la parola ha importanza fondamentale, nel senso che non c’entra la lingua. Tu puoi ascoltare una canzone in una lingua che non conosci, senza capire! Ma se c’è sentimento ti piacerà, perché non è la lingua ma ciò che hai voluto comunicare che esce dalla canzone! I miei grandi maestri mi hanno sempre detto: La Parola al primo posto!

Quanto conta aver fatto tanta gavetta nel percorso di un artista come te?

Sicuramente incide molto sul mio percorso personale. Io per esempio ho avuto moltissime esperienze in campi artistici differenti. Ho fatto la TV, il Musical, il Cabaret, l’Operetta, L’Opera. Negli anni ho potuto apprendere dai più grandi Artisti, per citarne una su tutti: Raffaella Carra’!!! A cui devo davvero tanto. Artisti così ti insegnano a VIVERE e ad amare ciò che fai. Ma soprattutto a RISPETTARE ciò che fai. Con dedizione, studio e sempre ricominciando da capo. Ecco la gavetta ti insegna ad apprendere e fare tesoro delle esperienze. Ma naturalmente devi avere anche l’umiltà di non sentirti mai arrivato, altrimenti tutto ciò che impari se ne va con il tuo Ego.

Come nasce la collaborazione con Lino Di Giulio?

Il Maestro Lino Di GIULIO che io stimo molto e con il quale abbiamo un amicizia decennale, mi chiamò e mi propose di cantare un suo brano, dal titolo SENZA DI LEI. Mi mandò un provino cantato da lui, chitarra e voce. Mi emozionai, in quel momento mi misi a piangere pensando ad una mia persona cara che avevo perso e mi innamorai del brano. Da allora poi c’è stata una continua corrispondenza e collaborazione per elaborare il brano al meglio, che ci ha portato al progetto finale di SENZA DI LEI. Sono molto grato al Maestro Di GIULIO per avere pensato alla mia voce.

Stai preparando altri brani?

Io sono anche cantautore. Mi diverto a comporre canzoni e melodie. Mi metto al Pianoforte e se ho il sentimento giusto esce qualcosa sempre di romantico. Essendo io eterno romantico e sognatore. Ci sono molti brani in preparazione. Anche di repertorio classico, come Poesie in Musica che uscirà il prossimo anno in collaborazione con il Maestro Gianfranco Messina. Poi c’è un brano molto bello su cui stiamo lavorando sempre con il Maestro Lino di GIULIO in lingua Spagnola! Ma è una sorpresa!

Tra tutti i tuoi concerti, qual è quello che ha lasciato di più il segno?

Ne ho fatti davvero moltissimi di Concerti, se ci penso! E’ difficile rispondere perché ogni volta che canto vivo delle emozioni diverse. Forse posso dire il concerto per i TERREMOTATI di Amatrice che ho fatto a Pioltello il 30 settembre 2016. Il Concerto dava il via ad una serie di eventi per la raccolta Fondi ai nostri concittadini terremotati. Partecipavano moltissimi comuni del nord Italia e la cosa più bella fu nel finale perché chiamai sul palco con me tutti i Sindaci presenti. E intonammo tenendoci per mano il DOLCE SENTIRE dal film San Francesco D’Assisi. Fu un emozione davvero indescrivibile. Quando l’amore per il prossimo vince su tutto!

Il nuovo videoclip Senza di lei”: https://www.youtube.com/watch?v=VDR5QOr0zE0

Link:

 

 

ADV