Home Reportage Intervista esclusiva alla fashion designer MARINELLA GALLONI “La vera modernità è...

Intervista esclusiva alla fashion designer MARINELLA GALLONI “La vera modernità è tornare alla tradizione”

ADV

di Patrizia Faiello

Il 25 novembre scorso molti professionisti della Moda italiana e dello spettacolo hanno partecipato all’esclusivo evento “One upon a time….Cinderella in Naples” nella splendida locatione del Castello “La Sonrisa” di S. Antonio Abate, Napoli.

L’evento, ideato dalla Event Planner Mena Alfano e organizzato con la collaborazione della For You Communication nelle figure di Jolanda Pomposelli, Federica De Gioia e Oscar Pomposelli, ha dedicato proprio durante la giornata mondiale contro la violenza sulle donne un mix di splendide sfilate di abiti incantevoli dedicati al wedding, al luxury e all’haute couture.

Per l’occasione ho realizzato questa intervista alla stilista Marinella Galloni che ha proposto per l’evento una capsule collection ‘Mini Me’. Buona lettura!

adv

Marinella Galloni, la fashion designer che in pochi anni è riuscita ad affermare il suo stile inconfondibile targato Made in Italy. Quando si è resa conto che era arrivata ad un vero punto di svolta?
Quando ho capito che c’era un ritorno alla tradizione sartoriale italiana , oltre il design italiano anche tessuti e confezione Made in Italy, che ci ha sempre contraddistinto nel mondo.

Recentemente presso la storica boutique Petit Monde, che vanta una storia lunga 50 anni, ha lanciato la nuova collezione ispirata al lontano oriente. In cosa si è contraddistinta questa sua nuova collezione?

La mia nuova collezione è legata al mondo orientale sofisticato e moderno con tessuti all’avanguardia come mesh uniti e stampati, pizzi di tulle elasticizzati, stampe animalier per  kimono e coreane. Il kimono diventa trandy realizzato in pelle e frange lurex.

Per Marinella Galloni, qual è la nuova tendenza della donna nella moda?

Patrizia sai cosa è moderno? Tornare alla tradizione. Una donna femminile e sofisticata che ama lo stesso look per la propria figlia. Per questo è nata la mia mini-me, che per Once Upon a Time presento con abiti da sera.

Lo scorso 25 novembre ha preso parte, insieme ad altri professionisti del settore, all’esclusivo evento “Once upon a time”. Perchè ha deciso di partecipare? Cosa ha voluto proporre con la sua arte in questa specifica circostanza?

Per realizzare abiti che fanno sognare tutte le donne e bimbe nel loro giorno speciale.

Come nasce la collaborazione con Mena Alfano Event Planner?
S
iamo state incantate dal progetto da Favola, mi ha riportata ad un mondo di sogni, perché chi non sogna non è realista.

Il suo stile inconfondibile le ha permesso di vedere una larga clientela griffata con il proprio brand da New York a Tokyo. Cosa le suscita tutto questo?
Mi gratifica e mi stimola creativamente  pensare di appartenere a tutto il mondo e quando creo il mio stile prende spunti da tutte le culture del mondo.

E’ soddisfatta dei risultati  finora raggiunti?
Si, siamo solo all’inizio inizio, ho grandi progetti per le mie donne e le mie bambine.

Se dovesse raccontare la serata di gala del “C’era una volta” a chi non potrà partecipare come lo descriverebbe?
Ti sei perso una favola!

Progetti futuri?
Lanciare in tutto il mondo la mia mini-me, collezioni sia per un’ occasione speciale sia per tutti i giorni.

Foto Gabriel Munari